D’Annunzio, “Il Piacere”: compendio e commento dell’opera

D’Annunzio, “Il Piacere”: compendio e commento dell’opera

Trattato emblematica non abbandonato a causa di la frutto romanzesca di D’Annunzio eppure di nuovo a causa di totale il Decadentismo italiano, Il Piacere viene noto per Milano nel 1889 da Treves, poi una cateratta stesura nel movimento dell’anno anteriore verso Francavilla al ico amoroso Francesco Paolo Michetti

Al centro delle vicende de Il favore c’e ciascuno dei molti alter ego con forza autobiografici nati dalla penna dannunziana: Andrea Sperelli, esteta affinato e coltissimo, originato d’una parentela elevato, alieno alla arretratezza dei tempi moderni e totale occupato (appena l’autore a causa di tutta la sua durata) “a adattarsi la propria vitalita appena si fa un’opera d’arte”. Evidentemente, ad un soggetto del genere si confa un bene d’eccezione: il romanzo, diviso mediante quattro parti, si apre preciso mediante un caso funesto con Andrea ed Elena Muti, giacche gli fa incontro nella permanenza romana di edificio Zuccari. Si apre qua un lungo flashsback, affinche torna alla discordia della connessione fra i due, avvenuta due anni davanti. Andrea ha reagito alla fine dell’amore insieme Elena gettandosi nella vitalita mondana della patrimonio, inanellando avventure superficiali e vane, finche viene molto pesto all’epoca di un contesa. La convalescenza entrata il nostro primo attore a Ferrara, accanto una cugina in quanto gli assicura armonia e sollievo, e innanzitutto la eventualita di votarsi in quiete alla esecuzione artistica (e verso D’Annunzio l’occasione di far ostentazione di tutta la sua preparazione e di tutti i suoi modelli di rinvio contro scalea europea). Per questo paradiso soccorso prende gruppo l’amore tutto spirituale (e sublimato nelle forme dell’arte) a causa di Maria, aristocratica senese ed eccelsa pianista, verso cui Andrea proietta – quasi si trattasse di un “doppio” – la sofferenza tormentata attraverso Elena; la stessa Maria provera per realizzare i propri sentimenti verso Andrea componendo un memoria (un “giornale intimo” a origine letteraria) di dichiarazione. All’inizio del registro altro, si chiude la lunga analessi racconti: Andrea, dopo la digressione dei vizi, riconsidera il denuncia per mezzo di Elena, perche nel intanto che ha sposato un nobile inglese, Lord Heathfield, votato al ferocia sessuale; il protagonista, che in Elena aveva ammassato tutte le sue ambizioni ad un affezione totale ed massimo, prende coscienza delle abbacinamento e delle doppiezza insite nel relazione unitamente la donna. La situazione ma si complica mediante il riapparizione in quadro di ante, affinche attualmente test verso plagiare ancora il star. Andrea, mediante cattura della “terza esperto adeguato” sovrappone all’amore puro e religioso attraverso Maria la tendenza erotica per Elena; sopra opportunita dell’ultimo appuntamento insieme Maria, costretta a mollare Roma fine il sposo e stato scoperchiato verso imbrogliare al tavolo d’azzardo, egli articolazione il appellativo della rivale (la “femme ammaliante” Elena). La abbandono di Andrea non puo bloccare la sortita definitiva di Maria: il volume si chiude simile per mezzo di l’asta dei proprieta della donna luvfree cos ГЁ di servizio, di cui al star non resta perche un credenza, formula cosicche riassume la sua fallimento.

Con l’aggiunta di inutilmente, nel 1895, il narrazione verra ripubblicato nella silloge racconti appello dall’autore in persona “romanzi della Rosa”, durante cui comparira a costa de L’innocente e de Il successo della fine

Il fantasticheria viene preannunciato sulla «Tribuna» da un libro, L’ultimo narrazione, perche dichiara la sagace del verismo, e quindi la chiaro del narratore di votarsi all’introspezione psicologica e allo svisceramento dettagliatissimo del ambiente morale dei suoi personaggi. Nell’eventualita che senz’altro, mezzo gia venne notato all’epoca, lo nota dannunziano e un assiomatico dominio di un pezzo di Teodor de Wyzewa, va anche proverbio che quello inquadra parecchio utilita le caratteristiche originali del romanzo dannunziano, sopra cui confluisce una insieme strano di materiali e di spunti culturali eterogenei. In passato sviluppato il soddisfazione particolareggiato, caratteristico di totale D’Annunzio, affinche nel diletto trova sopra Roma e nella sua organizzazione d’elite un fondo d’applicazione favorito: abbondano le scenografie urbane di perseverante cozzo (appena quella dell’allucinato rimpatrio a residenza di Andrea posteriormente la noia insieme Maria) e i rimandi alle feste, concerti, ricevimenti, mostre e balli affinche compongono l’orizzonte di vitalita della raffinata comunita che l’autore vuole dipingere. Insieme cio attiva nello poeta una esercizio affinche gli e parecchio cara, quella dell’autocitazione: i lunghi elenchi cosicche raggruppano l’oggettistica piuttosto alla tendenza sono ripresi dagli articoli giornalistici insieme cui lo scrittore collaborava verso molte riviste dell’epoca, e l’addio in mezzo a Andrea ed Elena era gia sbucato per una annuncio di San Pantaleone. E pieno l’autore si spinge di piu: buona ritaglio delle riflessioni sulla sofferenza amorosa sono estratte dalle lettere mediante Barbara Leoni, sua ispirazione sopra colui anni. Di nuovo i modelli letterari europei sono ripresi ed assorbiti a volonta: alle suggestioni simboliste e delle correspondences baudelaireiane fanno da contraltare le successione naturalistiche di Maupassant e dei fratelli Goncourt, e le nuove suggestioni del Decadentismo europeo, mediante cui il dandy Andrea si inserisce a culmine. Corrente caleidoscopio di fonti e modelli letterari conferma ebbene l’attento schizzo insieme cui D’Annunzio progetta e scrive il proprio originario storia: una “cura” del derrata letterario cosicche verra al di la confermata nel 1894, qualora lo saggista, mediante cattura di voce e risonanza continentale, lavora con cautela alla spiegazione e alla revisione del favore verso l’edizione francese, intitolata Enfant de Volupte.

Deixe um comentário

O seu endereço de e-mail não será publicado.